Happy Days!

Nel mese di febbraio ci siamo concentrati sui giorni della settimana.

Abbiamo cominciato con una semplice ripetizione, contando fino a 7 con le dita, poiché la mimica aiuta a memorizzare; in seguito abbiamo imparato una breve filastrocca:

Every week has seven days

See how many you can say

Monday, Tuesday, Wednesday, Thursday, Friday, Saturday, Sunday

What’s today?

What’s the day today?

L’ultimo verso “What’s the day today?” viene ripetuto all’inizio di ogni lezione, dopo aver chiesto il tempo atmosferico con il calendario che vi avevo mostrato; in questo modo i bambini stanno interiorizzando una nuova formula, la cui risposta appare abbastanza semplice, in quanto molto simile a quella del meteo (What’s the weather like today? –Today it’s sunny/What’s the day today? –Today it’s Monday).

In occasione della prima lezione ho lasciato che i bambini si scatenassero sulle note di “Happy Days”, sigla dell’omonima sitcom andata in onda tra gli anni Settanta e Ottanta perché, si sa, quando un bambino è felice e si diverte impara meglio e di più! Inoltre, li ho invitati a focalizzare la loro attenzione su una parte della canzone che recita “Goodbye grey sky, hello blue!”: i bambini sono stati in grado di riconoscere i vocaboli e tradurre, così, la frase. Sembra un esercizio banale, ma riuscire a tradurre una canzone in lingua straniera, anche solo una frase, è qualcosa di fantastico per un bambino di 4/5 anni. Questo tipo di attività ha a che fare con la cosiddetta attenzione selettiva, definita come la capacità di selezionare e prestare attenzione ad un solo stimolo (input) presente nell’ambiente; essa si sviluppa pienamente dopo i 7 anni, raggiungendo un livello pari a quello posseduto da un adulto. Tuttavia, è possibile che un alunno della scuola dell’infanzia, sotto la guida dell’insegnante e con alcuni accorgimenti, riesca comunque a raggiungere l’obiettivo, come ho potuto notare in occasione di un’altra attività: il listening della storia “The very hungry caterpillar”. Questo racconto, scritto da Eric Carle, narra di un piccolo bruco sempre affamato che, di giorno in giorno, si riempie lo stomaco con i più svariati cibi; molto utile per imparare i numeri, i nomi di alcuni alimenti e, naturalmente, i giorni della settimana. Dopo averlo fatto ascoltare una prima volta, ho chiesto ai bambini di chiudere gli occhi e di battere le mani ogni volta che avrebbero sentito uno dei giorni: non ero certa che avrebbe funzionato, invece sono rimasta piacevolmente colpita dalla bravura dimostrata e loro si sono sentiti “grandi” e “capaci”, aumentando in tal modo la propria autostima. L’invito a chiudere gli occhi, annullando così il senso della vista e potenziando l’udito, ha permesso agli alunni di non lasciarsi distrarre dall’ambiente circostante, raggiungendo in questo modo una competenza in materia di attenzione selettiva.

Abituarsi a certi esercizi sin da piccoli porta ad avere meno difficoltà in futuro: la comprensione orale di una lingua straniera è, solitamente, uno degli ostacoli più grandi e questo perché il native speaker inserisce molte “scorie” all’interno del suo discorso. Con “scorie del discorso” si intendono tutti quegli elementi superflui, come i riempitivi (filler words) e le interiezioni, che fanno parte della lingua parlata di ognuno di noi e che servono a creare pause o dare un certo tono al discorso; in italiano, ad esempio, abbiamo “C’è/Cioè”, “come dire”, “praticamente/in pratica”, “ehm…”. Alcuni dei riempitivi tipici dell’inglese, invece, sono “You know”, “well”, “anyway”, “I mean”…l’attenzione selettiva aiuta proprio a focalizzarsi sulle informazioni principali, evitando di lasciarsi distrarre da questi elementi e comprendere, così, almeno il significato globale.

Invito tutti a provare questo esercizio con i vostri figli ed alunni, e raccontate la vostra esperienza nei commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close